• i.active Malte Expo 2015
  • i.active BIODYNAMIC

  • Malta ad elevate prestazioni

  • i.active BIODYNAMIC è una malta ad elevata fluidità destinata alla realizzazione di elementi architettonici non strutturali dalle geometrie complesse e a sezione sottile

Prodotto innovativo

Mantenimento estetico del faccia vista e riduzione agenti inquinanti, grazie all'azione fotocatalitica

Prodotto sostenibile

Composta per l'80% da aggregati riciclati

Descrizione del prodotto

In occasione di Expo 2015 a Milano, la capacità di ricerca e di innovazione di Italcementi ha portato all'ideazione di un materiale per l'architettura innovativo e sostenibile: il cemento biodinamico. Un prodotto unico per proprietà e caratteristiche, con cui è realizzata l'intera superficie esterna e le facciate interne che caratterizzano Palazzo Italia.

Un nome che racchiude l'innovazione

Il nome del prodotto racchiude le sue innovative caratteristiche. La componente "bio" è data dalle proprietà fotocatalitiche del nuovo cemento, ottenute grazie al principio attivo TX Active brevettato da Italcementi. A contatto con la luce del sole, il principio attivo presente nel materiale consente di "catturare" alcuni inquinanti presenti nell'aria, trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l'atmosfera dallo smog. La malta, inoltre, prevede l'utilizzo per l'80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli sfridi di lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillanza superiore ai cementi bianchi tradizionali. La "dinamicità" è invece una caratteristica propria del nuovo materiale, che presenta una fluidità tale da consentire la realizzazione di forme complesse come quelle che caratterizzano i pannelli di Palazzo Italia. Grazie alla sua particolare lavorabilità, i.active BIODYNAMIC e pompabile e può penetrare in stampi anche molto complessi, il tutto garantendo una straordinaria qualità superficiale.
Il nuovo materiale presenta, inoltre, caratteristiche di lavorabilità e resistenza straordinarie se confrontato con le malte classiche. È due volte più resistente alla compressione (oltre 60 MPa a fronte di 30 MPa delle malte classiche) e due volte più resistente alla flessione (oltre 10 MPa a fronte di 5MPa delle malte classiche).
Un'altra caratteristica del prodotto, non meno rilevante ai fini del progetto, è la sua durabilità; infatti la matrice compatta e la ridotta porosità forniscono agli elementi prefabbricati realizzati con i.active BIODYNAMIC un bassissimo assorbimento d'acqua e una significativa resistenza agli agenti atmosferici, come eventi temporaleschi, cicli di gelo e disgelo, ecc.
i.active BIODYNAMIC è di semplice utilizzo: con la sola aggiunta di acqua è possibile ottenere manufatti a elevato pregio estetico per diverse soluzioni architettoniche in una singola fase produttiva e senza post-lavorazioni.
Inoltre, grazie all'aggiunta di pigmenti inorganici, si possono realizzare manufatti in diverse colorazioni.

Vantaggi

i.active BIODYNAMIC è un malta di colore bianco brillante caratterizzata da una grande versatilità d'impiego. Inoltre,  grazie alle eccellenti prestazioni fisico-meccaniche e alla sua elevata fluidità, permette di realizzare elementi dalle geometrie estremamente complesse, nonché pannelli per facciate con sezioni non continue anche presentanti parti con sezioni non piene.
Con la sola aggiunta di acqua è possibile ottenere manufatti ad elevato pregio estetico per diverse soluzione architettoniche mediante un processo efficace e affidabile. L'opportuna scelta dei casseri, permette di realizzare elementi prefabbricati aventi "texture" di elevata qualità e affidabilità in una singola fase produttiva, senza post lavorazioni.
L'aggiunta di opportuni pigmenti inorganici e/o inerti fini colorati, permette di realizzare manufatti di elevato pregio estetico dal colore personalizzabile.
La matrice compatta e la porosità nanometrica fornisce agli elementi prefabbricati, realizzati con i.active BIODYNAMIC, un bassissimo assorbimento d'acqua, durabilità e resistenza agli agenti atmosferici.
Grazie alla presenza all'interno della formulazione del cemento fotocatalitico, conferisce ai manufatti proprietà finali fotocatalitiche. Infatti, in presenza di luce naturale (in particolare della componente ultravioletta dello spettro luminoso) o di luce artificiale adeguata, sulla superficie del materiale si attiva un forte processo ossidativo che porta alla decomposizione di determinate sostanze organiche e inorganiche, quando queste vengono a contatto con la superficie stessa del manufatto cementizio. Di conseguenza, il cemento biodinamico conferisce ai manufatti la capacità di:
•    purificare l'aria ottenendo una concreta riduzione di sostanze organiche ed inorganiche inquinanti generate principalmente dalle attività umane – fabbriche, automobili, riscaldamento domestico – responsabili dell'inquinamento atmosferico;
•    esaltare e conservare nel tempo le caratteristiche estetiche dei manufatti, riducendo gli interventi di pulizia e di manutenzione estetica

Campi d'impiego

  • Pannelli per facciate
  • Elementi di arredo
  • Opere d'arte

Media gallery